Please select your country / region

Close Window
GT
Comunità di GT SPORT
IT
RAPPORTO EVENTI

La Maserati A6GCS Spider vince il Gran Turismo Trophy

Domenica 17 agosto, al 64° Concours d'Elegance di Pebble Beach (USA), Kazunori Yamauchi, produttore della serie Gran Turismo, ha assegnato il "Gran Turismo Trophy" alla Maserati A6GCS Spider 1954.

Maserati è stata fondata nel 1913, in un'officina creata a Bologna da Alfieri Maserati e i suoi fratelli: la prima vettura da corsa a portare il nome Maserati ha visto la luce nel 1926 e, da allora, la casa si è battuta fieramente con Alfa Romeo e Ferrari in innumerevoli Gran Premi. La prima A6GCS, un modello da corsa presentato da Maserati nel 1947, era in qualche modo una vettura di transizione, una classica auto da Gran Premio a forma di sigaro convertita in una biposto. Nel 1953, le sportive di questo tipo vennero bandite dalle competizioni e Maserati intervenne sulla carrozzeria della A6GCS, donandole l'aspetto di un'elegante sportiva. Il risultato, l'ultimo modello della A6GCS, si è aggiudicato il premio di quest'anno.

Il corpo vettura, dalle linee sinuose, è l'elemento distintivo di quest'auto: Carrozzeria Fantuzzi ha creato la sua sagoma semplicemente ricoprendo componenti meccaniche e ruote con una carrozzeria minimalista. Sono state molte le auto da corsa a ispirarsi allo stile della A6GCS, dando così alla vettura visibilità e popolarità in tutto il mondo.

Sotto il lungo cofano motore si trova un motore 2 litri da 6 cilindri, progettato da Gioacchino Colombo, famoso ingegnere passato a Maserati dopo aver lavorato per Ferrari. La sua potenza pare fosse stata ridotta a 170 CV a causa dell'utilizzo di benzina di tipo comune, ma consentiva comunque di spingere la leggera vettura a oltre 230 km/h. La versione da gara della A6GCS ha preso parte a diverse competizioni, ottenendo molte vittorie in gare come la Mille Miglia, la Targa Florio e la Watkins Glen.

Il premio "Best of Show" di quest'anno, il più prestigioso nell'ambito del Concours d'Elegance, è stato assegnato alla Ferrari 375MM Scaglietti Coupe 1954.