Please select your country / region

Close Window
GT
Comunità di GT SPORT
CHIT
GT Academy

GT Academy Europa 2014 ha un vincitore

Silverstone – 6 agosto 2014: Oggi il Race Camp europeo NISMO PlayStation® GT Academy 2014 si è concluso alla grande presso il circuito inglese di Silverstone con il trionfo di Gaëtan Paletou, ventiduenne francese di Barzun. Ora questo nuovo campione potrà accedere ai quattro mesi di addestramento intensivo di uno dei programmi di perfezionamento piloti più avanzati e di successo al mondo, prima di difendere i colori di Nissan NISMO nella 24 Ore di Dubai, in programma a gennaio 2015.

Gaëtan Paletou dovrà dimostrare di avere la stoffa di un vero atleta NISMO gareggiando in tutto il mondo per Nissan, sulle orme di piloti del calibro di Lucas Ordoñez (ora impegnato nel campionato Super GT giapponese) e Jann Mardenborough (che quest'anno si è aggiudicato una vittoria nella combattuta GP3, trampolino di lancio per la Formula 1).

Gaëtan si è guadagnato un posto al Race Camp tra le centinaia di migliaia di giocatori di Gran Turismo® che hanno partecipato alle selezioni europee. Dopo aver vinto le finali nazionali, è arrivato a Silverstone insieme ad altri cinque connazionali in rappresentanza della Francia. Al Race Camp si sono sfidati un totale di 42 piloti europei provenienti da 12 paesi, suddivisi in 7 gruppi regionali.

Nell'arco di otto giorni, i concorrenti sono stati messi alla prova in pista e fuori, ricevendo preziosi suggerimenti da grandi esperti del settore e provando numerose auto da corsa Nissan, quali la potente GT-R, la 370Z Nismo e la 370Z. Ogni gruppo ha stretto un forte legame con il proprio giudice, che ha svolto le funzioni di mentore prima di passare alla sofferta fase di eliminazione di alcuni aspiranti piloti dalla competizione.

I concorrenti sono stati valutati non solo in base alle abilità di guida, ma anche sulla scorta dei risultati ottenuti in prove come l'insidioso percorso "Mud Mayhem", la gara tra Nissan Micra di serie, la "Pit Stop Challenge" al volante di Nissan Juke Nismo, il testa a testa "Gimcana", la gara "Rage Buggy", la "Traffic Challange" con le Nissan GT-R, la gara di inseguimento testa a testa tra Nissan 370Z e la "Ridealong Challenge". Tutto questo sotto gli occhi dei giudici, tra cui spiccavano ex piloti di Formula 1 come René Arnoux e Dani Clos, Rob Barff, Tim Coronel e gli assi della GP2 Luca Filippi e Josef Kral.

Le eliminazioni sono proseguite fino alla finale odierna, quando ogni giudice ha dovuto valutare i suoi due piloti migliori e decidere chi mettere alla guida di una 370Z per affrontare una gara di otto giri sul Silverstone International Circuit. Una successiva sessione di qualifica ha eliminato altri due piloti e stabilito i cinque partecipanti alla gara finale.

La gara finale è stata scoppiettante fin dalle prime battute, quando tre auto si sono presentate fianco a fianco alla prima curva. Il pilota italiano all'esterno ha urtato l'avversario belga, che a sua volta ha colpito il collega portoghese più vicino al cordolo interno. La gara dell'italiano è finita sulla ghiaia mentre il pilota iberico ha dovuto rientrare ai box. Gaëtan ha saputo sfruttare l'incidente conquistando la prima posizione e difendendola fino alla bandiera a scacchi. Il secondo posto sarebbe andato al britannico Karl Chard, se un problema al cambio non l'avesse costretto a cedere il passo al belga Cedric Wauters.

Dopo accese discussioni tra i giudici, l'ex pilota di Formula 1 e ormai storico giudice capo di GT Academy Johnny Herbert ha annunciato il vincitore e consegnato i trofei sul podio del Gran Premio di Silverstone insieme a Kazunori Yamauchi, creatore di Gran Turismo e presidente di Polyphony Digital Inc., e Darren Cox, direttore marchio, marketing e vendite globale di NISMO.

"È incredibile" ha dichiarato un raggiante Gaëtan Paletou. "Ero felicissimo di aver vinto la gara finale, ma non mi aspettavo di vincere GT Academy. È un momento speciale per me e per gli amici che mi hanno sostenuto. È stata un'esperienza indimenticabile. La settimana è stata lunga e difficile, perciò sono ancora più contento di aver vinto. Ora dovrò continuare a dare il massimo".