GT

Please select your country / region

Close Window
Comunità di GT SPORT
IT
InizioLive reportNations CupManufacturer SeriesCalendarioArchivi

Torna all'elenco

NATIONS CUP
Mikail Hizal conquista dominando l'ambita "Nations Cup 2019"
24/11/2019

MONTE CARLO, Monaco (24 novembre 2019) – Il FIA Gran Turismo Championship si è concluso oggi nel complesso Sporting Monte-Carlo di Monaco con l'atteso evento principale del fine settimana, le finali della Nations Cup. Senza il campione uscente Igor Fraga ai blocchi di partenza, il grande favorito per la vittoria del trofeo FIA GT, modellato sulla scultura "Forme uniche nella continuità dello spazio" di Umberto Boccioni, era il tedesco Mikail Hizal, forte di prestazioni invidiabili nella prima giornata. I ruoli di outsider decisi a ribaltare il pronostico è toccato all'australiano Cody Nikola Latkovski e al giapponese Takuma Miyazono.

Dalle qualifiche generali di venerdì, a cui hanno partecipato i 36 piloti provenienti da 18 territori/paesi, sono emersi i 12 finalisti. Nelle gare di domenica i piloti sono ripartiti da zero, iniziando dalle qualifiche e passando poi alle 4 gare successive. Con la stella della Formula 1 Max Verstappen tra il pubblico, Hizal ha inviato un chiaro messaggio al resto dei concorrenti facendo registrare il miglior tempo nelle qualifiche su Autodromo Nazionale Monza e conquistando la pole position della prima gara. Miyazono ha concluso la sessione alle sue spalle, il francese Baptiste Beauvois in terza posizione. Latkovski, invece, non ha mai trovato il ritmo giusto ed è arrivato quinto nelle qualifiche. I piloti erano finalmente pronti a darsi battaglia per accumulare più punti possibile nelle prime tre gare e disputare nel modo migliore la finalissima, che metteva in palio punti doppi.

Finale Nations Cup, Gara 1

La prima gara è stata un lungo scontro di 12 giri al volante di auto da corsa Motul Autech Nissan GT-R Super GT. La gara si è disputata su Autodromo Nazionale Monza, un circuito veloce con poche possibilità di sorpasso. Lo sfruttamento della scia è molto importante su questo tracciato e obbliga i piloti in testa a tenere sempre d'occhio gli specchietti retrovisori.

Dopo le ottime semifinali di venerdì, in cui il suo rivale principale (il brasiliano Igor Fraga) è stato eliminato nelle prime fasi, il tedesco Mikail Hizal è partito in pole position. La gara richiedeva l'uso delle gomme medie e dure e i primi quattro piloti (Hizal, il francese Baptiste Beauvois, il giapponese Takuma Miyazono e l'ungherese Patrik Blazsán) hanno scelto di partire con la più morbida delle due mescole Michelin disponibili, per passare in seguito alle gomme dure.

Hizal ha staccato gli inseguitori subito dopo la partenza. Beauvois, invece, ha commesso un errore e subito una penalità di mezzo secondo, cedendo la seconda posizione a Miyazono. Anche Blazsán ha superato il francese, portandosi in terza posizione, mentre il resto del gruppo ha perso terreno a causa delle gomme dure.

Dopo che Hizal, Miyazono e Blazsán hanno trovato il ritmo, Miyazono si è ritrovato con l'ingrato compito di attaccare Hizal e difendersi al tempo stesso dall'aggressivo Blazsán. Blazsán ha finto continui tentativi di sorpasso per distrarre Miyazono dai punti di corda e ha permesso a Hizal di guadagnare qualche centesimo di secondo a ogni curva.

Al 7° giro, dopo aver accumulato un buon distacco, il gruppo guidato da Hizal ha sostato ai box per passare alle gomme dure. Nel frattempo, lo spagnolo Coque López, reduce da una rimonta incredibile nel ripescaggio di venerdì, ha tentato un audace sorpasso alla curva 1 e spinto Jonathan Wong di Hong Kong sulla ghiaia. L'incidente ha permesso il sorpasso anche all'australiano Cody Nikola Latkovski.

All'8° giro, Wong e i due piloti italiani Giorgio Mangano e Salvatore Maraglino si sono affrontati in una battaglia a tre da cui Maraglino è uscito in settima posizione. Il francese Rayan Derrouiche è finito a sorpresa in dodicesima posizione: da lì non è più risalito a causa di diverse penalità.

Al 9° giro, con 3 giri al termine, Miyazono ha attaccato Hizal. I due erano separati da soli 0,37 secondi. Al 10° giro il pilota giapponese ha tentato il sorpasso, ma il tedesco ha resistito. Poi, improvvisamente, Blazsán è spuntato alle spalle di Miyazono. All'ultimo giro i tre erano incollati ma Miyazono ha respinto i tentativi di sorpasso di Blazsán e concluso la gara in seconda posizione. Hizal ha vinto agevolmente mentre Beauvois ha strappato la terza posizione all'ungherese grazie a una rischiosa manovra all'ultima curva (la Parabolica). Nessuno poteva immaginare che Blazsán si sarebbe vendicato dopo il sorpasso subito dal francese.

POSIZIONE PILOTA TEMPO
1 Mikail Hizal TRL_LIGHTNING 20:07.771
2 Takuma Miyazono Kerokkuma_ej20 +00.352
3 Baptiste Beauvois Veloce_TsuTsu +01.129
4 Patrik Blazsán Williams_Fuvaros +01.142
5 Cody Nikola Latkovski Nik_Makozi +03.166
6 Coque López Williams_Coque14 +06.490
7 Salvatore Maraglino JIM_Pirata666_ +10.739
8 Daniel Solis CAR_Lamb +13.997
9 Giorgio Mangano Williams_Gio +14.257
10 Nicolás Rubilar FT_NicoR +14.959
11 Jonathan Wong CAR_Saika +15.290
12 Rayan Derrouiche Veloce_Miura +15.345

Finale Nations Cup, Gara 2

Nella seconda gara delle finali della Nations Cup, la carta vincente è stata la costanza. I concorrenti, che si sono affrontati sul bagnato sullo storico Circuit de Spa-Francorchamps al volante di Dallara SF19 Super Formula Toyota, non hanno voluto correre rischi. Le potenti monoposto, capaci di sviluppare ben 542 cavalli in condizioni normali, sono dotate di un sistema di sorpasso che permette ai motori turbo Toyota di erogare altri 80 cavalli. Nessuno, però, si è azzardato a sfruttarlo sull'insidioso fondo bagnato.

Il tedesco Mikail Hizal, partito in pole position, è riuscito nuovamente a staccare il resto del gruppo. Senza nessuno a sbarrargli la strada e, cosa ancor più importante, senza spruzzi d'acqua alzati dalle auto di fronte, Hizal si è scatenato e macinato gli 8 giri, raggiungendo i 300 km/h sul rettilineo principale nonostante il diluvio.

A due giri dal termine, il tedesco aveva accumulato ben 5 secondi sul giapponese Takuma Miyazono, in seconda posizione. Hizal avrebbe potuto tranquillamente rallentare e non rischiare di perdere il controllo della potente SF19 sul bagnato, ma ha continuato ad attaccare aumentando il vantaggio di giro in giro.

Miyazono ha conservato la seconda posizione per tutta la gara e il francese Baptiste Beauvois ha ottenuto una buona terza posizione. L'ungherese Patrik Blazsán si è piazzato quarto e l'australiano Cody Nikola Latkovski, beniamino del pubblico, quinto. I piloti non hanno rischiato più di tanto a causa delle condizioni precarie e la seconda gara della finale mondiale della Nations Cup non ha fatto che confermare la classifica.

POSIZIONE PILOTA TEMPO
1 Mikail Hizal TRL_LIGHTNING 18:34.974
2 Takuma Miyazono Kerokkuma_ej20 +06.228
3 Baptiste Beauvois Veloce_TsuTsu +07.678
4 Patrik Blazsán Williams_Fuvaros +09.121
5 Cody Nikola Latkovski Nik_Makozi +11.197
6 Coque López Williams_Coque14 +13.479
7 Salvatore Maraglino JIM_Pirata666_ +15.956
8 Daniel Solis CAR_Lamb +18.278
9 Nicolás Rubilar FT_NicoR +19.490
10 Giorgio Mangano Williams_Gio +22.458
11 Jonathan Wong CAR_Saika +23.829
12 Rayan Derrouiche Veloce_Miura +24.910

Finale Nations Cup, Gara 3

La penultima gara della Nations Cup 2019 si è svolta sul Circuit de la Sarthe, sede della leggendaria 24 Ore di Le Mans. La gara si è disputata su Mazda LM55 Gran Turismo. Una scelta in tema, visto che il prototipo è ispirato alla 787B della casa di Hiroshima, che con la sua vittoria del 1991 è stato l'unico modello a motore rotativo a trionfare nella durissima gara di resistenza.

Per la terza gara della finale della Nations Cup 2019, il regolamento prevedeva l'impiego di gomme medie e dure e una sosta per il rifornimento di carburante nell'arco dei 6 giri previsti. Tutti i piloti sono partiti con gomme dure, a eccezione dell'ungherese Patrik Blazsán che ha provato a conquistare posizioni durante le soste dei rivali. La gara si è immediatamente accesa, con il giapponese Takuma Miyazono che ha sorpassato il tedesco Mikail Hizal, leader in classifica, nella prima serie di curve. Hizal ha però sfruttato la scia del rivale nel velocissimo rettilineo Mulsanne e si è riportato in testa.

Il francese Baptiste Beauvois ha attaccato alla fine del rettilineo, sorpassando Hizal e Miyazono in un colpo solo, ma il tedesco è uscito di curva con traiettoria migliore e velocità superiore, riportandosi di nuovo al comando. Miyazono e Beauvois si sono dati battaglia per la seconda posizione, ma il giapponese ha peccato di aggressività e ha finito per spingere il francese fuori pista, subendo una devastante penalità di 4 secondi che l'ha relegato in ultima posizione. Il giapponese non ha più recuperato dall'errore. L'incidente ha fornito all'australiano Cody Nikola Latkovski l'occasione di agguantare la seconda posizione... e tutto questo è accaduto solo nel primo giro.

Al 2° giro, l'outsider spagnolo Coque López, che si è fatto notare per la nuova pettinatura, ha attaccato la seconda posizione dopo essere partito sesto. Al termine del giro, i piloti sono rientrati tutti ai box per passare alle gomme medie, con la sola eccezione di Blazsán. Purtroppo la particolare strategia non ha premiato l'ungherese, che non è riuscito ad accumulare un vantaggio sufficiente ed è tornato in pista in quarta posizione dopo essere passato alle gomme dure.

Nel frattempo, una penalità subita da López ha permesso a Latkovski di portarsi in seconda posizione sul rettilineo Mulsanne. Latkovski e López hanno poi duellato durante l'ultimo giro, sorpassandosi più volte e permettendo a Hizal di involarsi indisturbato verso il traguardo.

Con la terza vittoria in altrettante gare, il tedesco aveva il titolo in pugno. L'indomito Miyazono ha rimontato fino alla settima posizione, che gli ha permesso di mantenere il 2° posto in classifica. Latkovski ha mantenuto la terza posizione respingendo l'attacco di Beauvois, mentre López ha concluso la gara in quinta posizione. Finalmente era giunta l'ora della finalissima.

POSIZIONE PILOTA TEMPO
1 Mikail Hizal TRL_LIGHTNING 19:05.831
2 Cody Nikola Latkovski Nik_Makozi +05.974
3 Coque López Williams_Coque14 +07.130
4 Rayan Derrouiche Veloce_Miura +07.681
5 Baptiste Beauvois Veloce_TsuTsu +08.323
6 Giorgio Mangano Williams_Gio +08.935
7 Takuma Miyazono Kerokkuma_ej20 +11.034
8 Daniel Solis CAR_Lamb +12.161
9 Jonathan Wong CAR_Saika +13.788
10 Patrik Blazsán Williams_Fuvaros +15.730
11 Salvatore Maraglino JIM_Pirata666_ +17.833
12 Nicolás Rubilar FT_NicoR +20.489

Nations Cup, Finale

La gara finale del FIA GT Championship 2019 si è svolta sul circuito brasiliano Autódromo de Interlagos a bordo di Red Bull X2019 Competition, in una gara di 22 giri che ha decretato il campione delle finali mondiali 2019. A differenza delle prime tre gare, i piloti hanno dovuto utilizzare tutte e tre le mescole, ciascuna per un minimo di sei giri, e sostare quindi almeno due volte ai box. La maggior parte dei piloti partiti avanti hanno scelto le gomme Michelin medie, a eccezione di Hizal che è partito in pole position con le morbide. Il tedesco aveva chiaramente intenzione di staccare subito il gruppo e accumulare vantaggio sufficiente per restare in testa fino alla bandiera a scacchi.

Al via, Hizal è arrivato alla prima curva in testa al gruppo. Lo statunitense Daniel Solis, le cui brillanti prestazioni sono state la sorpresa del fine settimana, ha sfruttato le gomme morbide ed è salito dall'ottava alla terza posizione in appena 3 giri. Al 4° giro, la strategia di Hizal stava funzionando alla perfezione e il tedesco aveva già accumulato 4 secondi sugli inseguitori.

Nei giri successivi, l'azione si è accesa con velocità di punta di oltre 300 km/h sul rettilineo principale e su quello di ritorno. Baptiste Beauvois (Francia) e Takuma Miyazono (Giappone) hanno sorpassato lo spagnolo Coque López portandosi rispettivamente in quarta e quinta posizione, mentre Solis era lanciato all'inseguimento di Cody Nikola Latkovski, in seconda posizione.

La maggior parte dei piloti nelle posizioni centrali ha effettuato la prima sosta ai box all'8° giro, mentre Hizal e Solis sono rimasti in pista per sfruttare il più possibile le gomme morbide, più veloci delle medie di circa un secondo a giro. Latkovski ha scelto di conservare le gomme medie per il finale di gara, mentre Miyazono e Beauvois si sono giocati il tutto per tutto nel tentativo di riprendere Hizal che ha sostato ai box il giro seguente per passare alle gomme medie.

Due giri più tardi Beauvois, con le gomme più veloci, ha ripreso Solis che aveva montato le gomme medie e l'ha sorpassato alla veloce curva Arquibancada. Miyazono, deciso a salire sul podio delle finali mondiali, ha sorpassato a sua volta Solis alla curva 4 strappandogli la terza posizione dopo essere partito dalla settima. Latkovski, con gomme dure, ha invece perso molto terreno ed è finito in settima posizione.

Molti piloti hanno effettuato l'ultima sosta al 13° giro. Chi aveva conservato le gomme morbide per l'ultima sezione non ha perso tempo ed è passato subito all'attacco. Jonathan Wong di Hong Kong si è portato in quinta posizione sorpassando Solis, mentre Latkovski è sfrecciato oltre Miyazono e Beauvois, portandosi al secondo posto. I giri restanti sarebbero bastati all'australiano per riprendere Hizal, che aveva accumulato 8 secondi di vantaggio?

Miyazono ha resistito con le unghie e con i denti per piazzarsi terzo e finire sul podio delle finali mondiali, ma l'utilizzo delle gomme dure per la sezione finale è sembrato potergli costare caro quando Beauvois, che gli avrebbe strappato il 3° posto in classifica piazzandosi terzo nella gara, ha sorpassato il giapponese all'ultimo giro. L'ungherese Patrik Blazsán è poi sbucato dal nulla e, grazie alle gomme morbide Michelin, ha sorpassato il francese alla curva 9, relegandolo in quarta posizione e facendo sfumare la sua terza posizione in classifica, finita a Miyazono. Nelle ultime fasi, Blazsán si è vendicato della prima gara della giornata (forse Miyazono dovrebbe offrire una cena di sushi al pilota ungherese, dopo l'incredibile regalo che quest'ultimo gli ha fatto).

L'eroe del giorno è stato però Hizal, che ha dominato nettamente le finali mondiali conducendo quasi per tutta la giornata e aggiudicandosi 66 punti, il massimo possibile. Al secondo posto si è piazzato Latkovski, dimostrando di essere uno dei migliori piloti virtuali in circolazione nonostante la forma non proprio smagliante.

Dopo aver alzato il trofeo della Nations Cup, il freddissimo Hizal ha dichiarato: "Sinceramente mi sento sollevato, perché queste potrebbero essere le mie ultime finali mondiali. Visto che forse non potrò più partecipare a causa dei miei studi, quest'anno volevo dare il massimo. Oggi ero molto ansioso. Volevo evitare di commettere errori ed è andata molto bene. Ancora non ci credo. Questo era il mio obiettivo principale di quest'anno. Ora che l'ho raggiunto, sono felicissimo".

Latkovski, secondo classificato, ha così commentato: "Sono molto soddisfatto del risultato. Le qualifiche non sono andate come volevo, ma non ho corso rischi e ho disputato una gara intelligente. Credo di aver fatto le mosse giuste in maniera pulita, è questo l'importante. Purtroppo non sono riuscito a riprendere Mik (Hizal), ma questo era il suo anno. Corro con lui dal 2013. È un ragazzo e un pilota fantastico. Sono onorato di essere suo amico".

Sull'ultimo gradino del podio è salito Miyazono, che dopo la gara ha dichiarato: "Sono molto felice di essere qui, ma deluso di aver rovinato le mie possibilità di vittoria sul Circuit de la Sarthe. Credo di dover diventare ancora più veloce se voglio vincere e devo imparare quando attendere e quando attaccare. Lavorerò su questo per migliorare ancora come pilota in vista dell'anno prossimo".

POSIZIONE PILOTA TEMPO
1 Mikail Hizal TRL_LIGHTNING 29:20.343
2 Cody Nikola Latkovski Nik_Makozi +04.862
3 Patrik Blazsán Williams_Fuvaros +10.328
4 Baptiste Beauvois Veloce_TsuTsu +10.442
5 Takuma Miyazono Kerokkuma_ej20 +13.322
6 Rayan Derrouiche Veloce_Miura +17.022
7 Jonathan Wong CAR_Saika +17.054
8 Salvatore Maraglino JIM_Pirata666_ +17.421
9 Coque López Williams_Coque14 +19.450
10 Giorgio Mangano Williams_Gio +21.728
11 Daniel Solis CAR_Lamb +24.017
12 Nicolás Rubilar FT_NicoR +31.824
POSIZIONE PILOTA Semi-Final GARA 1 GARA 2 GARA 3 GRANDE FINALE PUNTI TOTALI
1 Mikail Hizal TRL_LIGHTNING 6 12 12 12 24 66
2 Cody Nikola Latkovski Nik_Makozi 6 6 6 10 20 48
3 Takuma Miyazono Kerokkuma_ej20 6 10 10 4 12 42
4 Baptiste Beauvois Veloce_TsuTsu 5 8 8 6 14 41
5 Patrik Blazsán Williams_Fuvaros 4 7 7 1 16 35
6 Coque López Williams_Coque14 1 5 5 8 4 23
7 Rayan Derrouiche Veloce_Miura 4 0 0 7 10 21
8 Salvatore Maraglino JIM_Pirata666_ 2 4 4 0 6 16
9 Jonathan Wong CAR_Saika 5 0 0 2 8 15
10 Giorgio Mangano Williams_Gio 5 2 1 5 2 15
11 Daniel Solis CAR_Lamb 3 3 3 3 0 12
12 Nicolás Rubilar FT_NicoR 4 1 2 0 0 7
FIA GT Championship 2019 | Nations Cup | Finali mondiali | Finale
Quale pilota di GT si imporrà come il più veloce del mondo?

Torna all'elenco