Please select your country / region

Close Window
GT
Comunità di GT SPORT
IT

RIEPILOGO STAGIONE 2013 GT ACADEMY USA

RIEPILOGO STAGIONE 2013 GT ACADEMY USA

GT Academy 2013 ha offerto qualcosa di davvero speciale agli appassionati di Gran Turismo: le qualificazioni online, nel mese di luglio, si sono svolte utilizzando una demo esclusiva dell'attesissimo Gran Turismo 6, sei mesi prima della pubblicazione del gioco. In sole quattro settimane, circa 400.000 giocatori del Nord America hanno scaricato la demo, prendendo parte alle qualificazioni online di GT Academy. La demo era basata sul Silverstone Circuit, che compariva per la prima volta nella serie Gran Turismo e lo faceva nel modo migliore, considerato che si tratta del luogo dove da sempre si svolge il Race Camp di GT Academy.

Un'altra novità della stagione 2013 era la località scelta per le finali nazionali di GT Academy: i migliori 32 giocatori si sono affrontati nel leggendario MTV Studio di Manhattan, a New York, attraverso una serie di sfide virtuali in GT6. Ai concorrenti non sono state fornite informazioni, neppure in merito ai punteggi e alla classifica, dato che la sorpresa più grande è stata tenuta in serbo per la seconda giornata delle finali.

Questo secondo giorno ha avuto inizio con tutti e 32 i partecipanti schierati al Monticello Raceway. Nissan e PlayStation non erano solo in cerca del videogiocatore più veloce, ma anche del pilota più rapido a bordo di una vettura reale. Dopo un ultimo scontro a bordo di kart, sono stati scelti i migliori 12 in base a qualità come velocità, determinazione e spirito combattivo.

A Silverstone, i giudici Danny Sullivan e Boris Said hanno dato il benvenuto ai giocatori, mentre agli esaminatori si è unito Rob Barff, pilota professionista in classe GT nonché istruttore capo di GT Academy.

Contrariamente agli anni precedenti, il Race Camp di GT Academy si è concentrato da subito sulle capacità fisiche e sulla forza caratteriale. I 12 concorrenti hanno dovuto così affrontare delle sfide nel fango e delle prove basate sul lavoro di squadra. Subito dopo, sono state messe alla prova velocità e controllo nella sfida rally a bordo della 370Z. Per buona parte dei piloti si è trattato di qualcosa di insolito, che ha consentito ai giudici di valutare le capacità di adattamento in condizioni impreviste.

A metà della settimana, però, gli esaminatori erano preoccupati: tutti i concorrenti sembravano privi della determinazione e dell'abilità necessarie per diventare il prossimo atleta Nismo. Il punto di svolta si è avuto quando gli sfidanti sono scesi in pista il giorno seguente, a bordo di stock car: finalmente i giudici hanno potuto riscontrare la passione che è lecito attendersi da dei piloti professionisti.

Una nuova sfida, pensata per la terza stagione, era un percorso a ostacoli al volante della 370Z, battezzato "Hazard Hanger". I piloti si trovavano a fronteggiare una serie di difficoltà impreviste e dovevano riuscire a far fronte all'inaspettato, adattandosi alla situazione. La prova ha spinto tutti al limite, soprattutto quando è entrata in scena una Nissan GT-R equipaggiata con un fucile da paintball!

La tensione era davvero palpabile durante l'ultima gara, anche a causa della grande rivalità fra Chris Hill e Patrick Crider, pronti a dare tutto fin dalle qualifiche, quando Hill ha tentato un sorpasso azzardato, finito con un testacoda e con l'ultimo giro sprecato.

1. Chris Hill
2. Nick McMillen
3. Brian Marsteller
4. Patrick Crider

Al via, Hill è riuscito ad affrontare la prima curva davanti a tutti, mentre Marsteller era secondo, davanti a McMillen. Hill è riuscito ad accumulare un certo vantaggio, mentre Marsteller e McMillen combattevano per la seconda piazza e Patrick stentava a reggere il ritmo del gruppo. McMillen ha riconquistato il secondo posto a metà gara, mettendo subito Hill nel mirino. Con tre giri ancora da percorrere, Hill ha iniziato a guidare in modo perfetto, dando l'impressione di avere ormai il primo posto in tasca.

Come nelle vere gare, però, l'imprevisto era in agguato: durante l'ultimo giro, a sole tre curve dalla bandiera a scacchi, Hill ha commesso un grave errore nell'affrontare una curva, permettendo così a McMillen di superarlo e di laurearsi campione di GT Academy 2013.

Dopo una splendida prova nella 24 Ore di Dubai, nella quale la squadra di GT Academy è riuscita a conquistare la vittoria di classe, Nick McMillen ha gareggiato nel campionato Blancpain Endurance Series, a bordo della Nissan NISMO GT-R GT3, sul leggendario circuito di Monza.