Please select your country / region

Close Window
GT
Comunità di GT SPORT
IT

RIEPILOGO STAGIONE 2013 NISSAN GT ACADEMY POWERED BY G-DRIVE

RIEPILOGO STAGIONE 2013 NISSAN GT ACADEMY 2013
(Powered by G-DRIVE)

Nel luglio 2013, più di 34.000 persone in tutta la Russia hanno scaricato una demo speciale di Gran Turismo®6 e preso parte a Nissan GT Academy powered by G-Drive, con la speranza di diventare un pilota professionista al volante di una Nissan in un campionato di GT3 nel 2014.

In tutta la Russia, si sono svolti diversi eventi live, a cui hanno partecipato circa 20.000 persone. Si è partiti con la Moscow City Race a luglio, seguita, nel mese di agosto, da altri eventi a Omsk, Novosibirsk e Tumen nell'ambito del NISMO G-Drive Tour. I giocatori che hanno fatto registrare il giro più veloce in Gran Turismo® si sono qualificati direttamente per la finale nazionale di Ekaterinburg del 24 e 25 agosto 2013.

La finale nazionale si è tenuta durante l'evento finale su strada NISMO G-Drive. Era presente il vincitore della scorsa edizione, Mark Shulzhitskiy, che si è esibito di fronte al pubblico al volante di una Nissan GT-R, mentre Roman Rusinov ha guidato la sua Nissan LMP2 sulle strade chiuse di fronte a 150.000 spettatori. I 28 concorrenti sono scesi in pista sullo stesso tracciato, mettendo in mostra le loro abilità nel controllare l'auto.

Concorrenti Race Camp GT Academy powered by G-Drive
Alexander Leontiev
Alexey Danilov
Alexey Sirotkin
Artem Volkhrintsev
Denis Yartsev
Evgeniy Neytman
Igor Chichaeb
Stanislav Aksenov
Stanislav Yarkov
Roman Kuzin
Vitaly Kuvarzin

Le prove del Race Camp includevano la popolare sfida nel traffico, una gara di rally, sfide testa a testa e un primo assaggio al volante di una monoposto. I giocatori hanno potuto mostrare le loro abilità alla guida di diverse vetture Nissan, tra cui la Juke NISMO, la 370Z e la GT-R.

I concorrenti hanno avuto la straordinaria opportunità di correre con delle Nissan Micra di serie. Per l'occasione, erano ammessi i contatti con le altre vetture, per consentire ai partecipanti di dimostrare il loro spirito in pista. Ne è venuta fuori una gara senza esclusione di colpi, caratterizzata da uno stile di guida aggressivo. Questa sfida è stata utile ai giudici per valutare le abilità dei partecipanti e si è rivelata al tempo stesso molto divertente per il pubblico. Mentre Roman ha dominato la corsa partendo dalla pole position, Alexey Sirotkin è stato protagonista di diversi incidenti e ha terminato la propria gara ribaltandosi!

Per la sfida tra le monoposto, Vitaly Petrov aveva stabilito un tempo sul giro e i concorrenti dovevano tenersi a non più di mezzo secondo di distacco, pena l'eliminazione. Artem e Denis sono stati protagonisti di una prestazione incredibile, riuscendo a battere il tempo di Vitaly! Roman, invece, ha spinto un po' troppo, finendo fuori pista alla chicane e danneggiando seriamente la propria vettura. Per fortuna non si è fatto nulla, ma l'incidente ha ricordato a tutti che il passaggio dalla guida virtuale a quella reale non è così semplice come lo fanno sembrare i campioni di GT Academy. Roman era talmente scosso dall'accaduto che ha deciso poi di ritirarsi dalla competizione.

Come sempre, però, non è stata solo l'abilità al volante a essere valutata. I concorrenti hanno dovuto affrontare quattro sfide che hanno messo a dura prova la loro condizione fisica e la loro resistenza. Si è iniziato con una breve corsa, seguita da tre giri sullo Stowe Circuit a bordo di una monoposto, al termine dei quali i migliori sei sono montati in sella a una bici per raggiungere la corsia dei box di Formula 1 nel Silverstone Wing. I primi quattro ad arrivare lì si sono quindi cimentati in tre giri al volante di una Nissan GT-R. Stanislav A ha impressionato i giudici con la sua resistenza ed è stato il primo a tagliare il traguardo.

Un'altra sfida fisica impegnativa consisteva nel trasportare un tronco pesante attraverso un percorso a ostacoli ricoperto di fango, al freddo e sotto la pioggia. Per superare questa prova, estenuante sia dal punto di fisico che mentale, i concorrenti dovevano fare gioco di squadra e mostrare capacità di risolvere i problemi, oltre a una grande voglia di vincere.

L'ultimo giorno, erano rimasti solo quattro concorrenti, Artem, Alexander, Stanislav A e Stanislav Y. Prima della gara finale, Stanislav Y aveva iniziato ad avvertire la pressione, finendo in testacoda. La pioggia abbondante caduta prima delle qualifiche non aveva fatto che aumentare ulteriormente la tensione. La pole position era andata ad Artem, mentre Stanislav A era riuscito a strappare il secondo posto proprio all'ultimo, seguito da Stanislav Y e Alexander.

La pista era ancora bagnata prima dell'inizio della gara. Stanislav A aveva preso la testa della corsa al termine del primo giro, ma era stato ostacolato da Stanislav Y, finito nella ghiaia in seguito a un testacoda. Artem aveva cercato di riprendersi la prima posizione, riuscendoci anche, salvo poi finire largo e lasciare via libera a Stanislav Aksenov, bravo a mantenere la posizione fino al traguardo, laureandosi campione di GT Academy.

Dopo aver frequentato per tre mesi il Driver Development Programme, nel gennaio 2014 Stanislav ha conquistato il suo primo successo all'esordio in una gara internazionale, nella 24 Ore di Dubai. La stagione 2014 lo vedrà correre nella Blancpain Endurance Series come uno degli atleti NISMO al volante di una Nissan.