Please select your country / region

Close Window
GT
Comunità di GT SPORT
CHIT
Caratteristiche speciali

24 Ore del Nürburgring 2012 (1/2)

Parte 1: verso la gara

La GT-R del Team GT Academy nella catena di montaggio dello stabilimento Nissan di Tochigi. Il colore della carrozzeria è Aurora Flare Blue Perl.
Il primo test sul circuito di Sugo è iniziato il 10 aprile ed è durato tre giorni, ma non è che l'inizio.
Metà aprile. Il vincitore della prima edizione di GT Academy, Lucas Ordoñez (a destra) incontra Kazunori Yamauchi al Nürburgring. La squadra inizia a prendere forma.
Al Nürburgring in aprile è ancora inverno, e le prove iniziano in condizioni climatiche avverse. Questa immagine mostra la corsia box del tracciato nord, utilizzato dalle case automobilistiche durante le fasi di collaudo.
Lucas regola la posizione dei sedili della sua auto.

La 24 Ore del Nürburgring 2012 è iniziata per Kazunori Yamauchi con una proposta.

"Ti piacerebbe correre la 24 Ore insieme a un campione di GT Academy?".

La proposta proveniva dalla Nissan Motor Company Europe, che organizza "GT Academy" insieme a Gran Turismo. "GT Academy", il programma di addestramento piloti basato su Gran Turismo, ha già lanciato quattro piloti, che ora gareggiano con successo in diverse categorie automobilistiche. Affiancare un campione di GT Academy a Yamauchi avrebbe rappresentato per Gran Turismo e "GT Academy" una nuova sfida. La gara di Kazunori Yamauchi è iniziata quando ha accettato questa offerta.

Tenendo in considerazione gli impegni di gara e l'esperienza accumulata nelle competizioni endurance, si è scelto il vincitore della prima edizione europea, Lucas Ordoñez. Ora è un pilota affermato, essendosi laureato campione della categoria FIA GT GT4 nel 2010 e avendo ottenuto il secondo posto nella categoria LMP alla 24 Ore di Le Mans del 2011.
In precedenza, Kazunori aveva definito Lucas un pilota e una persona meravigliosa. A Lucas e Kazunori si sono aggiunti Tobias Schulze e Yasukichi Yamamoto, che avevano corso con Kazunori lo scorso anno: stava nascendo il "Team GT Academy".

Nel frattempo, il team di sviluppo GT-R della Nissan Motor Company guidato da Kazutoshi Mizuno stava portando avanti lo sviluppo dell'auto di quest'anno. La sfida era rappresentata dal fatto che l'auto fosse intenzionalmente non modificata, con specifiche molto vicine a quelle della Club Track Edition di serie.
La GT-R del Team GT Academy è uscita dalla catena di montaggio il 2 febbraio 2012. L'auto finita è stata immediatamente portata in un'officina della prefettura di Kanagawa, dove sono stati rimossi i componenti superflui e aggiunti i rinforzi e i dispositivi di sicurezza indispensabili.

Il 10 aprile, al circuito di Sugo della prefettura di Miyagi, la GT-R in assetto da gara è stata guidata in pista per la prima volta. A questo primo collaudo hanno partecipato Kazunori Yamauchi e Yasukichi Yamamoto, che hanno cercato di prendere confidenza con le caratteristiche dell'auto, per poi limarne i problemi nei tre giorni successivi.

Tuttavia, a questo stadio l'auto era ancora acerba. La GT-R è stata quindi trasferita al Nürburgring e affidata al Team GT Academy. A metà aprile, Kazunori Yamauchi e gli ingegneri software di Gran Turismo hanno raggiunto la Germania per avviare la messa a punto dell'auto che avrebbe corso la 24 Ore.

Per mettere a punto un'auto, viene prima condotta una sessione di prove che consenta di accumulare dati sul veicolo e di registrare le impressioni del pilota. I dati raccolti vengono analizzati e utilizzati per modificare la regolazione di sospensioni ed elementi aerodinamici, per poi tornare a provare in pista. Questo ciclo viene ripetuto più volte possibile. Ingegneri e fornitori si sono confrontati quotidianamente, e a inizio maggio hanno persino portato l'auto a 400 chilometri di distanza, a Stoccarda, dove hanno svolto un collaudo al banco di prova per trovare l'assetto ottimale degli ammortizzatori e la giusta rigidità delle molle.

La componente meccanica non è l'unica a essere importante. In una competizione di questo tipo, le simulazioni di gara sono altrettanto fondamentali. Si calcola il rapporto tra i giri motore e i consumi, tra i consumi e il numero di giri, tra l'aderenza degli pneumatici e i tempi sul giro, tra la quantità di carburante immesso durante le soste e il tempo impiegato, in modo da creare possibili scenari basati sulle condizioni di gara e la strategia adottata.

In questo processo di messa a punto e simulazione ha avuto un ruolo di spicco la versione di Gran Turismo realizzata appositamente per lo sviluppo dell'auto, che ha migliorato notevolmente l'efficienza delle prove. Di converso, il processo di ricerca delle impostazioni ottimali per una vera auto da gara ha permesso di raccogliere un'immensa quantità di dati, ampliando le conoscenze degli ingegneri di Gran Turismo.

Il 14 maggio, nella settimana della gara, il Team GT Academy ha svolto l'ultima prova in pista, sistemando le impostazioni e le specifiche della vettura. All'auto sono stati applicati gli adesivi, completando la livrea di gara. A sei mesi dalla nascita della squadra, e grazie all'autentica passione e al duro lavoro di molte persone, per il Team GT Academy è arrivato il giorno della gara finale.

* Le immagini coprono tutta la gara fino alla sua conclusione.

24 Ore del Nürburgring 2012 (2/2)