Please select your country / region

Close Window
GT
Comunità di GT SPORT
CHIT
Caratteristiche speciali

Ultime informazioni su Gran Turismo® 5 dal Tokyo Game Show 2010 (5/5)

La storia dietro alle auto di GT5:
"ISUZU 4200R Concept"
 
Motor Show di Tokyo 1989

Nel 1989 la Isuzu Motors, che a suo tempo aveva avuto grande successo con modelli quali la Piazza e la Gemini, svelò un affascinante modello concept al Motor Show di Tokyo. Le curve organiche creavano una forma dinamica e l'abitacolo era spostato in avanti, dando l'idea di una belva pronta al balzo. Questa auto sportiva a quattro porte e quattro posti, dalle alte prestazioni e con motore centrale, era sulla bocca di tutti al Motor Show di Tokyo: si trattava della Isuzu 4200R.

La 4200R era stata progettata da Shiro Nakamura, che al tempo era progettista capo presso l'Isuzu Motors Europe Studio e attualmente è direttore esecutivo della Nissan Motors Corporation. Recandosi in Europa da solo nel 1988, stabilì lo studio di progettazione della Isuzu presso Birmingham, nel Regno Unito. Unendo i suoi sforzi con quelli di altri progettisti legati alla Lotus (che al tempo faceva parte dello stesso gruppo GM) creò la 4200R.

 
Mettere assieme i talenti

I progettisti che dimostrarono le proprie capacità in questo progetto erano un gruppo interessante. Era costituito da Simon Cox (attualmente direttore di studio avanzato della GM), Julian Thomson (al momento progettista capo della Jaguar), Peter Stevens (ora presidente della Peter Stevens Design) e Peter Horbury (attualmente direttore esecutivo di Ford Design). Uomini che in seguito avrebbero dato forma a veicoli di tutto il mondo si erano riuniti presso gli uffici della Isuzu a Coventry, 21 anni fa.

Mettendo insieme dei talenti così freschi nello sviluppo del veicolo, la 4200R fu molto apprezzata al motor show e costituì una pietra miliare nella carriera di Nakamura. Ma in quel periodo la Isuzu si stava progressivamente trasformando in una casa costruttrice di SUV e nel 1993 si ritirò definitivamente dal mercato delle autovetture. In questo caos, la 4200R aveva perduto il suo ruolo e si decise per lo smantellamento della sua splendida carrozzeria.

 
L'incontro a Pebble Beach

A distanza di vent'anni, Nakamura non aveva dimenticato lo scambio di idee e le energie spese con gli altri progettisti della 4200R, e nemmeno il suo stile intramontabile. E trovandosi a fare il giurato al Concours d’Elegance, un evento legato alle auto storiche che si tiene in California, conobbe Kazunori Yamauchi.

Ascoltando gli aneddoti di Nakamura, Kazunori, che aveva in effetti visto di persona la 4200R al Makuhari Messe 20 anni prima durante il motor show, gli fece immediatamente una proposta, far rivivere la 4200R grazie a Gran Turismo®. È allora che fu deciso: la leggendaria auto sarebbe risorta dopo tutti questi anni.

 
Riportata in vita dopo 21 anni, esattamente com'era.

La sua creazione ha richiesto più di un anno e Nakamura si è recato periodicamente presso Polyphony Digital per controllarne i progressi. Appena gli esterni hanno preso forma, egli è rimasto sbalordito dal livello di fedeltà all'originale. Ma allo stesso tempo, il suo sguardo era cambiato. Cominciò a dare precisi consigli riguardo a dettagli e prospettive che non era possibile ottenere dalle fotografie fornite inizialmente. Il volto di Nakamura, la sua voce, perfino le sue dita a far notare i particolari, erano di nuovo quelli del progettista capo che dava indicazioni a Simon e Julian a Coventry nel 1989.

Guarda tu stesso la 4200R che torna in vita per la prima volta dopo 21 anni, in Gran Turismo® 5. Il collaudatore di questa concept car potresti essere tu.