GT

Please select your country / region

Close Window
Comunità di GT SPORT
CHIT
InizioLive reportNations CupManufacturer SeriesCalendarioArchivi

Torna all'elenco

NATIONS CUP
Il primo giorno della competizione regala corse avvincenti e un finale imprevedibile
Nations Cup 2020 - Finali regionali (EMEA)
22/11/2020

Quest'anno la pandemia ha avuto profonde ripercussioni su tutti. Mentre continuiamo ad affrontare le difficoltà che comporta, gli eventi sportivi sono ripresi in tutto il mondo, anche se senza pubblico. Lo stesso vale per il FIA Gran Turismo Championship, iniziato questo mese con la partecipazione in video di tutti i concorrenti. Nonostante la mancanza del pubblico e del tifo che hanno caratterizzato le scorse edizioni del FIA GT Championship, finora le gare sono state intense ed emozionanti come sempre.

Il formato dell'edizione 2020 è stato leggermente modificato. Quest'edizione prevede gare tra i 12 piloti migliori di ciascuna regione (America, Asia-Oceania ed EMEA, quest'ultima formata da Europa, Medio Oriente e Africa) e altri quattro qualificati tramite la fase extra, per un totale di 16 concorrenti. Questi piloti si daranno battaglia in tre gare e i primi otto classificati della regione EMEA si qualificheranno per le finali mondiali (nota: nella regione America si qualificheranno solo i primi quattro, mentre la regione Asia-Oceania sarà rappresentata dai primi tre e dal campione in carica, il giapponese Takuma Miyazono, qualificato automaticamente in seguito alla vittoria nella scorsa edizione). La griglia di partenza delle gare viene determinata da una sessione di qualifica di 10 minuti. I primi 10 classificati al termine di ogni gara otterranno dei punti. Ma ora passiamo senza altri indugi alle gare!

Gara 1

Il tracciato per la prima gara del campionato 2020 è stato il veloce circuito di Autodrome Lago Maggiore, su cui i piloti hanno corso per un totale di 7 giri a bordo di auto Gr.3. Tutte le auto sono partite con gomme dure, senza cambi gomme o rifornimenti di carburante in programma per questa gara. L'italiano Valerio Gallo (Williams_BRacer) su Honda NSX è partito in pole position, seguito dall'abile francese Baptiste Beauvois (PRIMA_Tsu Tsu) su McLaren 650S. Lo spagnolo Jose Serrano (PR1_JOSETE) su Audi LMS è partito in terza posizione, con l'olandese Rick Kevelham (HRG_RIK23) su Renault Sport R.S. 01 a completare il quartetto di testa. La gara si è preannunciata subito molto competitiva, con i tempi di qualifica dei primi 15 piloti racchiusi in meno di un secondo.

La partenza lanciata ha permesso ai piloti di prendere subito il ritmo e di arrivare alla prima curva in una fila ordinata. Nessuno ha provato subito mosse aggressive o sorpassi, probabilmente per aspettare che le gomme si riscaldassero. Sentendo le sue Michelin pronte a mordere, lo spagnolo Coque López ha lanciato il suo attacco al termine del 1° giro, portando la sua Peugeot RCZ all'esterno della Renault dell'olandese Kevelham, che però ha difeso egregiamente la sua posizione. López ha tuttavia insistito e ha sorpassato Kevelham alla prima curva del giro successivo, portandosi in quarta posizione. Successivamente è stato l'italiano Giorgio Mangano (Williams_Gio) a scavalcare Kevelham che ha ridotto il ritmo, forse avvertendo la pressione del momento.

Mentre i piloti dalla quarta alla sesta posizione si davano battaglia, le prime tre auto (guidate da Gallo, Beauvois e Serrano) hanno gradualmente staccato il gruppo. A metà gara Gallo, Beauvois, Serrano, López e Kevelham conducevano in quest'ordine. Le cose si sono fatte interessanti al 5° giro, durante il quale la Porsche 911 RSR di Mangano ha strappato la quinta posizione alla Renault di Kevelham. Poi, con le auto lanciate a 245 km/h sul rettilineo di ritorno, si è acceso uno scontro nelle posizioni intermedie tra il finlandese Marcus Kononen (maatu79), l'ungherese Adam Tapai (TRL_ADAM18), lo svedese Christian Malki (PR1_FIRE) e il ceco Nikita Moysov (ERM_Nick).

Al 6° giro, Moysov su Ford GT era incollato alla Citroën GT di Tapai, ma l'ungherese ha respinto brillantemente l'attacco e mantenuto la sua posizione. Nel frattempo, Gallo e Beauvois, che avevano accumulato un distacco notevole, hanno tagliato agevolmente il traguardo in prima e seconda posizione, seguiti dagli spagnoli Serrano e López.

POSIZIONE PILOTA TEMPO
1 Valerio Gallo Williams_BRacer 13:44:352
2 Baptiste Beauvois PRiMA_TsuTsu +01.342
3 Jose Serrano PR1_JOSETE +04.808
4 Coque López Williams_Coque14 +05.795
5 Giorgio Mangano Williams_Gio +06.261
6 Rick Kevelham HRG_RK23 +08.465
7 Markus Kononen maatu79 +08.924
8 Ádám Tápai TRL_ADAM18 +10.296
9 Nikita Moysov ERM_Nick +10.673
10 Christian Malki PR1_Fire +12.037
11 Adam Suswillo Williams_Adam41 +12.733
12 Manuel Rodríguez TRL_MANURODRY +15.914
13 Patrik Blazsán Williams_Fuvaros +16.303
14 Salvatore Maraglino PR1_PIRATA666 +16.315
15 Carlos Salazar pcm_stj +19.228
16 Marcin Świderek SRC_SVDR +19.787

Gara 2

L'ordine di partenza non è stato determinato da quello di arrivo della gara precedente come in passato, ma da un'altra sessione di qualifica di 10 minuti. Ciò ha dato ai piloti che avevano disputato gara 1 sottotono la possibilità di partire in testa in gara 2, disputata su Autodromo Nazionale Monza (senza chicane) tra auto Gr.1. La cosa non ha fatto differenza per l'italiano Valerio Gallo, che ha conquistato la sua seconda pole position della giornata su Peugeot 908. Alle spalle dell'italiano si sono qualificati lo spagnolo Jose Serrano e il francese Baptiste Beauvois.

Le auto, con gomme dure Michelin, sono giunte alla linea di partenza incolonnate, ma l'Audi R18 Hybrid di Serrano ha sorpassato la Peugeot di Gallo subito dopo il via. Con le auto lanciate a 310 km/h sul rettilineo di ritorno, lo spagnolo Coque López su Jaguar XJR-9 ha guadagnato rapidamente due posizioni ai danni del ceco Nikita Moysov e del polacco Marcin Świderek, portandosi in quinta posizione.

All'inizio del 2° giro, Gallo ha riconquistato la prima posizione sorpassando Serrano e confermandosi l'uomo da battere. Al 3° giro è stato l'italiano Salvatore Maraglino a farsi sotto, risalendo dall'undicesima alla sesta posizione e sorpassando tra gli altri la McLaren VGT di Świderek, ma il polacco non si è perso d'animo e ha infilato a sua volta l'italiano, riprendendosi la sesta posizione alla Curva Grande.

Al 4° giro si è scatenata una battaglia appassionante nelle prime posizioni, durante la quale Beauvois ha strappato la seconda posizione a Serrano. I due avevano però già oltre 2 secondi di ritardo rispetto al leader della gara Gallo, lanciatissimo sulla sua Peugeot. Serrano, che sembrava invece avere problemi di aderenza sulla sua Audi Hybrid, è stato scavalcato dall'ungherese Adam Tapai e ha perso un'altra posizione. La vista della Audi R18 Hybrid del 2012 sorpassata dalla Mazda 787B del 1991 a quattro rotori, un modello nato oltre 20 anni prima, è stata surreale. Succede solo nel mondo di Gran Turismo!

A metà gara, l'ordine di marcia era il seguente: Gallo, Beauvois, Tapai e López, che aveva appena sorpassato Serrano, seguiti dai due italiani Giorgio Mangano su Nissan R92 e Salvatore Maraglino (PR1_PIRATA666) su L750R Hybrid.

Il 7° e l'8° giro non hanno riservato colpi di scena e tutti i piloti hanno trovato un ritmo regolare, a eccezione di Świderek che è sceso in undicesima posizione dopo essere partito quinto. L'uomo del momento era sicuramente il leader della gara Gallo, che aveva portato il suo distacco su Beauvois a oltre 3,5 secondi. Serrano stava mettendo pressione al suo connazionale nel tentativo di portarsi in quarta posizione, ma alla fine la sua Audi non è riuscita a sprigionare in rettilineo la potenza necessaria a sorpassare la Jaguar di López.

Gallo ha tagliato il traguardo in testa per la seconda volta, aggiudicandosi altri 12 punti con una gara dominante e ritrovandosi a 24 punti prima della finale. Anche Beauvois ha disputato una gara brillante, con Tapai, López e Serrano a completare il quintetto di testa.

POSIZIONE PILOTA TEMPO
1 Valerio Gallo Williams_BRacer 14:08.687
2 Baptiste Beauvois PRiMA_TsuTsu +04.026
3 Ádám Tápai TRL_ADAM18 +05.995
4 Coque López Williams_Coque14 +07.775
5 Jose Serrano PR1_JOSETE +08.107
6 Giorgio Mangano Williams_Gio +10.522
7 Salvatore Maraglino PR1_PIRATA666 +10.540
8 Nikita Moysov ERM_Nick +11.785
9 Patrik Blazsán Williams_Fuvaros +13.209
10 Adam Suswillo Williams_Adam41 +14.808
11 Marcin Świderek SRC_SVDR +15.166
12 Manuel Rodríguez TRL_MANURODRY +18.179
13 Rick Kevelham HRG_RK23 +18.757
14 Markus Kononen maatu79 +19.187
15 Carlos Salazar pcm_stj +20.373
16 Christian Malki PR1_Fire +21.718

Finale

La finale si è disputata in 20 giri sul leggendario Circuit de Spa-Francorchamps, in cui i piloti si sono affrontati sulle velocissime Red Bull X2019 Competition. La gara prevedeva l'utilizzo di ciascuna delle tre mescole di gomme (morbida, media e dura) per almeno un giro, requisito che avrebbe potuto rendere determinante la strategia di sosta. Inoltre, dato che i punti nella finale sarebbero stati doppi, chiunque avrebbe potuto aggiudicarsi la vittoria in caso di problemi dei leader in classifica (l'italiano Valerio Gallo e il francese Baptiste Beauvois).

La gara conclusiva della giornata si è preannunciata molto interessante già prima della partenza, dato che Gallo si è ritrovato a partire in decima posizione dopo una sessione di qualifiche non esaltante. Il favorito alla vittoria prima dell'inizio della gara era Beauvois, in pole position, seguito dallo spagnolo Jose Serrano e dal britannico Adam Suswillo, che aveva faticato nelle prime due gare.

Serrano, l'olandese Rick Kevelham in quarta posizione e lo spagnolo Coque López in quinta, sono partiti tutti con le gomme morbide nel tentativo di sorpassare nelle prime fasi Beauvois e Suswillo, partiti con la più lenta mescola media.

Subito dopo l'inizio della gara, Serrano ha sorpassato Beauvois alla Raidillon (la curva 3), mentre López ha strappato prima la quarta posizione a Kevelham, poi la terza a Suswillo. Al termine del 1° giro i piloti con gomme dure, Gallo compreso, hanno sostato ai box dopo aver completato il giro richiesto. All'uscita dai box, Gallo aveva 11 secondi di distacco dall'auto che lo precedeva, trovandosi quindi con il tracciato sgombro a disposizione. Nel frattempo, López aveva strappato la seconda posizione a Beauvois. La gara è andata di male in peggio per il francese, che ha perso il controllo della sua Red Bull X2019 all'uscita dalla Les Combes (curva 9) e ha urtato il muretto, scendendo in un batter d'occhio in settima posizione. Gallo, in ottava, ha probabilmente faticato a credere ai suoi occhi. L'italiano, però, ha subito una penalità di 1 secondo, trovandosi nuovamente in svantaggio nei confronti di Beauvois per la vittoria finale.

Al 6° giro López si è portato in testa ai danni di Serrano, sorpassandolo a 315 km/h sul rettilineo Kemmel prima di sostare ai box per montare nuovamente le gomme morbide e restituendo il comando della gara al connazionale. L'olandese volante Kevelham, con gomme morbide, ha sferrato il suo attacco e raggiunto la seconda posizione, sorpassando Serrano e portandosi a ridosso di López. Serrano è stato sorpassato anche dall'italiano Giorgio Mangano, risalito dalla settima alla terza posizione.
A metà gara, l'ordine di marcia era il seguente: López, Kevelham, Mangano e Serrano, con Gallo in settima posizione e Beauvois sceso fino all'undicesima. Al 12° giro, López aveva accumulato un vantaggio di 5 secondi. Una vittoria di López con Gallo al settimo posto avrebbe regalato il titolo allo spagnolo, che però doveva ancora utilizzare le gomme medie e dure. Alla successiva sosta ai box, López ha montato nuovamente le gomme morbide, dimostrando di aver adottato una particolare strategia di gara con quattro soste. La mossa è stata giudicata imprudente da molti, dato che tutti gli altri avevano optato per una strategia a tre soste.

Al 14° giro l'ungherese Patrik Blazsán ha superato Serrano portandosi in quarta posizione. Nel frattempo, López aveva portato il suo vantaggio a 14 secondi cercando così di garantirsi un margine sufficiente per restare in testa dopo altre due soste. Quando ha sostato ai box al 18° giro aveva un vantaggio di 19 secondi, apparentemente sufficiente a restare a malapena in testa dopo altre due soste. Nel frattempo Beauvois, dando fondo al suo spirito combattivo, era risalito fino all'ottava posizione.
López ha sostato ai box prima per montare le gomme medie, poi le dure, rientrando in pista al comando davanti a Kevelham e Blazsán e con un solo giro da completare. Blazsán ha poi strappato a Kevelham la seconda posizione, ma il risultato era ormai deciso. Grazie alla sua audace strategia di sosta Coque López è riuscito nell'impresa, che gli ha permesso non solo di vincere la gara, ma anche di strappare il titolo dalle mani di Gallo. Lo spagnolo ha concluso la giornata con un totale di 38 punti, 8 punti davanti a Gallo che ha concluso la gara finale in settima posizione.

POSIZIONE PILOTA TEMPO
1 Coque López Williams_Coque14 39:16.154
2 Patrik Blazsán Williams_Fuvaros +02.489
3 Jose Serrano PR1_JOSETE +04.461
4 Rick Kevelham HRG_RK23 +04.866
5 Ádám Tápai TRL_ADAM18 +10.759
6 Salvatore Maraglino PR1_PIRATA666 +14.343
7 Baptiste Beauvois PRiMA_TsuTsu +14.956
8 Giorgio Mangano Williams_Gio +16.997
9 Manuel Rodríguez TRL_MANURODRY +17.057
10 Adam Suswillo Williams_Adam41 +18.205
11 Nikita Moysov ERM_Nick +20.497
12 Markus Kononen maatu79 +23.396
13 Valerio Gallo Williams_BRacer +23.492
14 Christian Malki PR1_Fire +26.160
15 Marcin Świderek SRC_SVDR +31.157
16 Carlos Salazar pcm_stj +31.684

Coque López, nuovo campione EMEA, ha dichiarato: "È una sensazione fantastica. Sapevo di dover vincere questa gara e anche di dover sperare nel piazzamento fuori dal podio di Valerio (Gallo). Mi dispiace per lui, ma sono felice di aver vinto. In quanto alla strategia di sosta, quando mi sono trovato al comando con più vantaggio di quello necessario a mantenere la posizione con una sosta, ho deciso di effettuare quattro soste per correre più tempo con le gomme morbide."

Risultati Nations Cup 2020 - Finali regionali (EMEA)

POSIZIONE PILOTA GARA 1 GARA 2 GRANDE FINALE PUNTI TOTALI
1 Coque López Williams_Coque14 7 7 24 38
2 Jose Serrano PR1_JOSETE 8 6 16 30
3 Baptiste Beauvois PRiMA_TsuTsu 10 10 8 28
4 Valerio Gallo Williams_BRacer 12 12 0 24
5 Ádám Tápai TRL_ADAM18 3 8 12 23
6 Patrik Blazsán Williams_Fuvaros 0 2 20 22
7 Rick Kevelham HRG_RK23 5 0 14 19
8 Giorgio Mangano Williams_Gio 6 5 6 17
9 Salvatore Maraglino PR1_PIRATA666 0 4 10 14
10 Nikita Moysov ERM_Nick 2 3 0 5
11 Markus Kononen maatu79 4 0 0 4
11 Manuel Rodríguez TRL_MANURODRY 0 0 4 4
13 Adam Suswillo Williams_Adam41 0 1 2 3
14 Christian Malki PR1_Fire 1 0 0 1
15 Carlos Salazar pcm_stj 0 0 0 0
15 Marcin Świderek SRC_SVDR 0 0 0 0
FIA GT Championship 2020 | Nations Cup | Finali regionali | Regione EMEA
Veterani smaliziati o volti nuovi? Quali saranno gli 8 pilot...

Torna all'elenco