GT

Please select your country / region

Close Window
Comunità di GT SPORT
CHIT
InizioLive reportNations CupManufacturer SeriesCalendarioArchivi

Torna all'elenco

NATIONS CUP
Risultati sorprendenti nel primo giorno della Nations Cup alle "Finali mondiali 2019 - Monaco"
22/11/2019

MONTE CARLO, Monaco (22 novembre 2019) – Il campionato 2019 si conclude questo fine settimana nell'affascinante Principato di Monaco, sede del leggendario Gran Premio di Monaco e del celebre porto che ospita file e file di yacht di lusso. Le finali mondiali del FIA Gran Turismo Championship sono iniziate ufficialmente oggi con quattro gare ricche d'azione, tre semifinali e il ripescaggio. La giornata ha riservato diversi colpi di scena, tra cui l'eliminazione nella prima gara del brasiliano Igor Fraga, campione uscente e favorito per la vittoria finale.

I 36 piloti, provenienti da 18 paesi/territori, si sono contesi il titolo di campione del mondo 2019 mettendo in gioco le fatiche di una stagione intera nelle quattro gare odierne e nelle altre quattro gare in programma per domenica, tra cui la finale. Le finali mondiali della Nations Cup sono l'ultimo appuntamento del FIA Gran Turismo Championship 2019, una competizione che si è svolta in cinque eventi del World Tour in località di tutto il mondo: Parigi, Germania, New York, Austria e Tokyo. I risultati di questi eventi hanno determinato i partecipanti alle gare di Monaco.

La giornata si è aperta con l'intervento di Lewis Hamilton, sei volte campione del mondo di Formula 1, che ha risposto alle domande di Kazunori Yamauchi, creatore di Gran Turismo, e di alcuni piloti di punta. Lewis ha poi partecipato alla gara Pro-Am in squadra con Fraga, piazzandosi in terza posizione. Il piazzamento, leggermente deludente, non sarebbe stata l'ultima delusione del giorno per Fraga.

Nations Cup, Giorno 1, Semifinale A

Sotto lo sguardo di Lewis Hamilton, la rivalità più accesa della stagione si è nuovamente rinnovata, con il tedesco Mikail Hizal e il brasiliano Igor Fraga, campione uscente, ai primi due posti della griglia di partenza (in seguito alle qualifiche della giornata precedente). La prima semifinale si è svolta in 10 giri sul circuito austriaco Red Bull Ring, al volante di TOYOTA GR Supra Gr.3.

Pochi secondi dopo la partenza, è accaduto l'impensabile. Con le 12 Supra lanciate verso la curva 1 e Hizal al comando, Fraga ha perso il controllo dell'auto passando sul cordolo esterno e finendo fuori pista in testacoda. Il clamoroso errore ha relegato il veterano dalla seconda alla dodicesima posizione.

Fraga aveva comunque a disposizione ancora 9 giri per qualificarsi al ripescaggio, a cui hanno avuto accesso i piloti dal 4° al 7° posto. Solo i primi 3 si sarebbero qualificati automaticamente per le gare di domenica. I successivi 4 sarebbero andati al ripescaggio, mentre i piloti a seguire sarebbero stati eliminati immediatamente.

Fraga, comprensibilmente frustrato per l'errore iniziale, ha lottato coraggiosamente e scalato lentamente posizioni, ma ha subito anche delle penalità. Alla fine il brasiliano ha forse ceduto alla pressione?

Hizal, al contrario, ha trovato un buon ritmo mantenendo 1,3 secondi di vantaggio su Rayan Derrouiche (Francia) e Giorgio Mangano (Italia). I tre hanno gestito la gara cercando di mantenere la posizione, evitando rischi inutili. Al 9° giro, però, Mangano ha strappato a Derrouiche la seconda posizione con un sorpasso all'interno della curva 3. Derrouiche ha poi quasi ceduto il passo al britannico Adam Suswillo in un testa a testa sul rettilineo di ritorno, ma il francese è riuscito a difendere la terza posizione.

Nelle retrovie, intanto, Fraga è riuscito a risalire fino alla nona posizione grazie a un'uscita di pista di Kin Long Li (Hong Kong) e a una penalità subita dal connazionale Adriano Carrazza (Brasile). Tuttavia, Fraga non è riuscito ad arrivare tra i primi 7 e le sue speranze di un secondo titolo consecutivo sono sfumate quando ha concluso la gara in decima posizione.

Hizal si è aggiudicato il round con oltre 2 secondi di vantaggio su Mangano, arrivato secondo, e Derrouiche, terzo. I quattro piloti successivi (Suswillo, il giapponese Tatsuya Sugawara, l'olandese Rick Kevelham e l'ungherese Benjamin Bader) sono passati al ripescaggio.

POSIZIONE PILOTA TEMPO
1 Mikail Hizal TRL_LIGHTNING 15:04.477
2 Giorgio Mangano Williams_Gio +02.318
3 Rayan Derrouiche Veloce_Miura +02.801
4 Adam Suswillo Williams_Adam41 +03.149
5 Tatsuya Sugawara blackbeauty-79 +05.978
6 Rick Kevelham HRG_RK23 +06.185
7 Benjamin Bader ROH_Benito +09.141
8 Jose Brea PR1_JotaemeBrea +09.420
9 Adriano Carrazza UDI_Didico15 +09.755
10 Igor Fraga IOF_RACING17 +09.858
11 Kevan Pounder Turismo-Windfire +10.653
12 Kin Long Li KarS_0627 +20.128

Nations Cup, Giorno 1, Semifinale B

Dopo il colpo di scena della semifinale A, altre sorprese sono arrivate dalla seconda gara del FIA Gran Turismo Championship 2019, una battaglia in 9 giri sul circuito immaginario Dragon Trail - Litorale. I concorrenti hanno guidato esemplari identici della supercar Fittipaldi EF7 Vision Gran Turismo, ideata da Emerson Fittipaldi (due volte campione del mondo di Formula 1 e due di Indy 500) e poi progettata dalla leggendaria design house Pininfarina.

In pole position è partito il pilota più veloce nelle qualifiche della prima giornata della Nations Cup, l'australiano Cody Nikola Latkovski, fresco della prestigiosa vittoria nella Digital Cup dei FIA Motorsport Games. Latkovski ha staccato da subito gli inseguitori, che invece hanno avuto ben presto diversi problemi. Alla curva 2, la prima curva stretta del circuito, diversi piloti hanno ritardato la staccata e il francese Pierre Lenoir è sceso dalla nona all'ultima posizione.

L'ordine di marcia è rimasto pressoché invariato fino al 3° giro, durante il quale le auto del giapponese Ryota Kokubun (vincitore del World Tour di Tokyo del mese precedente), di Manuel Rodríguez (Spagna) e Fabian Portilla (Cile) si sono inserite fianco a fianco nella curva 3, in cui la traiettoria ideale è l'unica che permette di non perdere velocità. Kokubun, all'esterno, è stato spinto sulla ghiaia ed è andato in testacoda, finendo in ultima posizione.

Pochi secondi dopo, Simon Bishop (Nuova Zelanda), al momento 4°, ha frenato troppo tardi ed è finito lungo alla curva 5. Portilla, alle sue spalle, è invece riuscito a recuperare con una vistosa derapata sul cordolo. L'attimo di caos ha permesso a Daniel Solis (Stati Uniti), partito 11°, di sorpassare Rodríguez all'interno della curva 9 e di portarsi dall'ottava alla quarta posizione in appena mezzo giro.

Nel frattempo Latkovski, inseguito dal francese Baptiste Beauvois, aveva mantenuto un comodo vantaggio. Il cileno Nicolás Rubilar completava il terzetto di testa. Alle spalle dei tre si è invece svolta un'accesa lotta per le successive 4 posizioni. La furiosa battaglia tra Solis, Rodríguez e Portilla ha permesso agli inseguitori di riportarsi in gara. Al 5° giro, l'italiano Valerio Gallo ha prevalso su Portilla e si è portato in sesta posizione a seguito di uno spettacolare duello durato diverse curve. Al 6° giro Gallo ha poi ripreso e sorpassato Rodríguez, ma lo spagnolo ha riconquistato la quinta posizione nel corso dell'ultimo giro.

Latkovski, Beauvois e Rubilar si sono piazzati nelle prime tre posizioni, qualificandosi automaticamente per l'evento di domenica. Solis, Rodríguez e Gallo hanno dovuto affidarsi al ripescaggio, mentre Ryota Kokubun è stato il secondo campione del World Tour 2019 del giorno a essere eliminato.

POSIZIONE PILOTA TEMPO
1 Cody Nikola Latkovski Nik_Makozi 14:04.780
2 Baptiste Beauvois Veloce_TsuTsu +02.490
3 Nicolás Rubilar FT_NicoR +04.439
4 Daniel Solis CAR_Lamb +11.985
5 Manuel Rodríguez TRL_MANURODRY +14.315
6 Valerio Gallo JIM_BRacer26 +14.663
7 Fabian Portilla CAR_McQueen +14.910
8 Mark Pinnell Turismo-lester +16.053
9 Pierre Lenoir RC_Snake91 +16.144
10 Markus Kononen maatu79 +17.807
11 Simon Bishop sidawg2 +23.783
12 Ryota Kokubun Akagi_1942mi +23.828

Nations Cup, Giorno 1, Semifinale C

Dopo una brillante prestazione nelle qualifiche, Jonathan Wong di Hong Kong ha iniziato la terza semifinale del giorno in pole position, svoltasi sull'insidioso circuito Autodrome Lago Maggiore - GP al volante di potenti Pagani Zonda R. In seconda posizione è partito il giapponese Takuma Miyazono, uno dei beniamini del pubblico, seguito dall'ungherese Patrick Blazsán.

All'inizio del primo degli 8 giri previsti, il canadese Andrew Brooks è finito lungo alla prima curva, causando l'uscita di pista dello spagnolo Coque López, finito in ottava posizione. Brooks si è invece ritrovato fanalino di coda con oltre 10 secondi di ritardo dal leader della gara e ha praticamente visto sfumare subito le sue speranze di vittoria.

Miyazono, nel frattempo, ha attaccato Wong e gli ha strappato il comando della gara con un sorpasso alla quinta curva. Wong, deciso a riprendersi la prima posizione, è rimasto poi incollato all'auto del giapponese per il resto della gara.

L'australiano Adam Wilk, partito 12°, ha recuperato cinque posizioni portandosi al 7° posto in appena due giri ed è sembrato determinato a recuperare ancora di più. Due giri più tardi, López è però arrivato di slancio dalle retrovie strappandogli il settimo posto. Nei due giri successivi l'ordine di gara è rimasto invariato, con Miyazono al comando seguito da Wong, Blazsán e Salvatore Maraglino (Italia).

Al 6° giro si è acceso un duello tra Blazsán e Maraglino per l'importantissima terza posizione, ultima utile per qualificarsi automaticamente alle gare di domenica, ma Blazsán è riuscito a respingere l'attacco dell'italiano. Con le auto lanciate a 270 km/h sul rettilineo principale, Wong ha provato a riprendersi la prima posizione da Miyazono al 7° e all'8° giro, ma non ha spinto al limite per evitare errori che avrebbero potuto condannarlo all'eliminazione (atteggiamento comprensibile dopo la sorte toccata a Fraga nella prima gara).

Wong ha pressato Miyazono senza tentare mosse azzardate, ma il giapponese ha mantenuto il sangue freddo e concluso la gara senza sbavature. Il terzetto dei qualificati è stato completato da Wong in seconda posizione e Blazsán in terza. Matthew Simmons (Australia), Wilk e López sono stati invece costretti ad affidarsi al ripescaggio.

POSIZIONE PILOTA TEMPO
1 Takuma Miyazono Kerokkuma_ej20 15:12.296
2 Jonathan Wong CAR_Saika +00.566
3 Patrik Blazsán Williams_Fuvaros +01.518
4 Salvatore Maraglino JIM_Pirata666_ +02.124
5 Mathew Simmons MINT_Matt +07.707
6 Adam Wilk Adam_2167 +12.241
7 Coque López Williams_Coque14 +13.105
8 Alonso Regalado PX7-Jara +13.505
9 Ben Chou Gmotor_SBen +14.841
10 Anthony Felix FT_Ant +16.666
11 Ádám Tápai TRL_ADAM18 +17.950
12 Andrew Brooks PX7-Deafsun +29.616

Nations Cup, Giorno 1, Ripescaggio

Il ripescaggio è l'ultima spiaggia per qualificarsi alle gare di domenica. I piloti che non riescono a piazzarsi nelle prime tre posizioni non hanno altre chance e vengono eliminati.

Lo statunitense Daniel Solis, su Subaru WRX Rally Car, è partito in pole position per la gara di 9 giri su WeatherTech Raceway Laguna Seca, circuito appena aggiunto a Gran Turismo Sport. Per questa gara, i piloti hanno guidato le loro auto da rally Gr.B preferite. Il britannico Adam Suswillo, su Mitsubishi Lancer Evo, ha provato a strappare subito la prima posizione a Solis su Subaru, che però ha protetto la traiettoria riuscendo a mantenersi all'interno nella curva 3. Al 2° giro, Suswillo ha sorpassato Solis alla curva 4, ma lo statunitense si è riportato subito in testa e i due, determinati a evitare l'eliminazione, hanno dato vita a un duello spettacolare. Al termine del 2° giro, la gara è sembrata una corsa a quattro tra Solis, Suswillo, lo spagnolo Manuel Rodríguez su Acura NSX e l'italiano Salvatore Maraglino su Nissan GT-R Rally Car, in testa al gruppo di 12 piloti sul suggestivo tracciato da 12 curve che comprende la famosa curva a S chiamata "il Cavatappi".

Al 3° giro le cose sono cambiate quando Suswillo ha calcolato male la frenata al tornante della curva 2, permettendo a Rodríguez e Maraglino di sorpassarlo e scendendo in quarta posizione. Nel giro seguente, Rodríguez è sceso in sesta posizione in seguito a una penalità di 2 secondi per il contatto con un'altra auto. Nel frattempo, Coque López su Ford Focus Rally Car ha risalito lentamente la china. Al termine del 4° giro, lo spagnolo si è ritrovato in quarta posizione dopo essere partito in dodicesima. Sarebbe riuscito nell'impresa apparentemente impossibile di piazzarsi sul podio e qualificarsi per le gare di domenica?

La lotta per la prima posizione è proseguita nel 5° e 6° giro, con Maraglino incollato a Solis che alla fine è incorso in una penalità di mezzo secondo. Nonostante questo, lo statunitense è miracolosamente riuscito a mantenere la sua Subaru blu davanti all'auto dell'italiano. López ha sorpreso nuovamente nel giro seguente, sorpassando Suswillo che aveva strappato la terza posizione a Rodríguez grazie a una penalità di 2 secondi subita dallo spagnolo in seguito al contatto con un'altra auto. L'altro spagnolo, López, si è così ritrovato nell'ambitissima terza posizione. La grinta e la tenacia della "fenice" López, che ha recuperato 9 posizioni in altrettanti giri, sono state ammirevoli.

Sotto la bandiera a scacchi, ha vinto Solis dopo essere stato in testa per tutta la gara, dando prova di abilità e costanza e mantenendo alle sue spalle Maraglino e López, rispettivamente secondo e terzo e qualificati alle gare di domenica.

López, che ha vinto meritatamente il premio di Pilota Michelin del giorno, ha poi dichiarato: "È stato difficile, ma sapevo di dover pazientare. La Ford Focus è un'ottima auto e, anche partendo ultimo, sapevo di avere una possibilità su Laguna Seca. Sapevo di dover fare attenzione a non finire largo in curva e di potermi qualificare con una gara costante. Volevo vincere, ma arrivando terzo mi sono appena qualificato per domenica. Sono felice che la gara si sia svolta su Laguna Seca. È un tracciato fantastico e tra quelli che preferisco fin da quando ho visto le gare della Moto GP che vi si sono disputate. Vorrei ringraziare tutti per avermi permesso di essere uno dei primi a guidare su questo tracciato in Gran Turismo Sport".

POSIZIONE PILOTA TEMPO
1 Daniel Solis CAR_Lamb 14:03.857
2 Salvatore Maraglino JIM_Pirata666_ +00.559
3 Coque López Williams_Coque14 +01.039
4 Adam Suswillo Williams_Adam41 +02.278
5 Tatsuya Sugawara blackbeauty-79 +02.877
6 Valerio Gallo JIM_BRacer26 +02.997
7 Adam Wilk Adam_2167 +03.530
8 Manuel Rodríguez TRL_MANURODRY +04.199
9 Fabian Portilla CAR_McQueen +07.045
10 Mathew Simmons MINT_Matt +08.365
11 Rick Kevelham HRG_RK23 +09.160
12 Benjamin Bader ROH_Benito +12.250
FIA GT Championship 2019 | Nations Cup | Finali mondiali | Semifinale
I migliori al mondo si incontrano a Monaco per avere la poss...
Mikail Hizal conquista dominando l'ambita "Nations Cup 2019"
MONTE CARLO, Monaco (24 novembre 2019) – Il FIA Gran Turismo...

Torna all'elenco