GT

Please select your country / region

Close Window
Comunità di GT SPORT
CHIT
InizioLive reportNations CupManufacturer SeriesCalendarioArchivi

Torna all'elenco

NATIONS CUP
Mikail Hizal (Germania) riesce finalmente nell'impresa e vince il "World Tour 2019 - Red Bull Hangar-7"
17/09/2019

Salisburgo, AUSTRIA (14 settembre 2019) – Dopo un emozionante inizio del primo giorno con il Manufacturer Series, il "World Tour - Red Bull Hangar-7" si è concluso con la Nations Cup, in cui 24 tra i migliori piloti del mondo si sono affrontati per aggiudicarsi un posto alle finali mondiali di Monaco del 23 e 24 novembre. Nella spettacolare cornice del Red Bull Hangar-7, tra affascinanti aerei e auto di Formula 1, i piloti sono scesi in pista per le qualifiche, a cui sono seguite le qualifiche Top 6, due semifinali, una gara di ripescaggio e la finale della Nations Cup. Alla fine, è stato il tedesco Mikail Hizal a salire sul gradino più alto del podio, agguantando la vittoria che gli era sfuggita per tutta la stagione.

Mercedes-Benz domina al "World Tour 2019 - Red Bull Hangar-7"
Quarto World Tour del FIA Gran Turismo Championship 2019.

Semifinale Gruppo A

Come di consueto, la griglia di partenza delle semifinali è stata decisa dai tempi migliori delle qualifiche e delle qualifiche Top 6, corse sul tracciato Autodromo Nazionale Monza. Il giro più veloce è stato compiuto da Takuma Miyazono (Giappone), che ha ottenuto la pole position per la semifinale B, seguito da Mikail Hizal (Germania), che ha ottenuto la pole position per la semifinale A.

La semifinale A si è corsa in 12 giri su Circuit de Barcelona-Catalunya tra Bugatti Vision Gran Turismo Gr.1. Tutti i piloti hanno dovuto utilizzare le gomme Michelin sia morbide che medie e hanno quindi dovuto compiere almeno una sosta ai box. I primi quattro sarebbero avanzati alla finale, in programma per la fine della giornata, mentre i classificati dal quinto al decimo avrebbero avuto una seconda possibilità nel round di ripescaggio. Come nelle due occasioni precedenti, la partenza è stata bruciante.

L'australiano Cody Nikola Latkovski, partito in seconda posizione, ha attaccato subito Hizal ed è riuscito a sorpassarlo alla prima curva, ma Hizal, che guidava con un alluce fratturato, non si è scomposto ed è tornato in testa. Poco dopo è stato Latkovski a trovarsi sotto attacco e a subire il sorpasso del brasiliano Adriano Carrazza alla curva 12. Tuttavia, i commissari di gara hanno inflitto una penalità di un secondo al brasiliano per un contatto intenzionale con Latkovski, che si è riportato in seconda posizione. Nei cinque giri successivi non ci sono stati molti colpi di scena e le posizioni sono rimaste invariate, con Hizal, Latkovski, Carrazza e Baptiste Beauvois (Francia) nelle prime quattro posizioni con gomme morbide.

Al 5° giro, i piloti che hanno cominciato la gara con le gomme medie hanno effettuato la sosta ai box, passando alle gomme morbide. Tra questi vi erano Jonathan Wong e Kin Long Li di Hong Kong, il giapponese Ryota Kokubun e i cileni Nicolás Rubilar e Fabian Portilla. La sosta non ha cambiato nulla, dato che Hizal aveva accumulato cinque secondi di vantaggio.

Wong, partito sesto, ha strappato l'importantissima quarta posizione a Beauvois con una bella manovra e ha provato a sorpassare anche Carrazza, che era in pista con gomme morbide, ma il brasiliano si è dimostrato deciso a resistere. Latkovski si è fermato ai box al settimo giro dopo aver sfruttato al massimo le gomme morbide Michelin, ma non è riuscito a sorpassare Hizal che si è involato in scioltezza verso la bandiera a scacchi. Hizal ha tagliato il traguardo con oltre cinque secondi di vantaggio su Latkovski. Carrazza e Wong, arrivati in terza e quarta posizione, hanno completato il quartetto qualificato per la finale.

POSIZIONE PILOTA TEMPO
1 Mikail Hizal TRL_LIGHTNING 18:47.595
2 Cody Nikola Latkovski Nik_Makozi +05.193
3 Adriano Carrazza UDI_Didico15 +09.902
4 Jonathan Wong CAR_Saika +11.077
5 Baptiste Beauvois TRL_TSUTSU +13.015
6 Kin Long Li KarS_0627 +15.161
7 Ryota Kokubun Akagi_1942mi +16.768
8 Nicolás Rubilar FT_NicoR +18.494
9 Fabian Portilla CAR_McQueen +18.701
10 Ádám Tápai TRL_ADAM18 +20.029
11 Rick Kevelham rick-918-bmx +24.595
12 Daniel Solis CAR_Lamb +29.476

Semifinale Gruppo B

Con il favorito Mikail Hizal già in finale, toccava al pilota con il miglior tempo del giorno, Takuma Miyazono, sfoggiare la propria abilità nella seconda semifinale, una gara di nove giri su Pagani Zonda R sul circuito Tokyo Expressway - Anello esterno est. Gli organizzatori hanno deciso di rendere la gara ancora più interessante facendola svolgere in condizioni di bagnato estremo.

La partenza è stata intensa, con Miyazono, Derrouiche e Suswillo affiancati in una corsa sfrenata verso la prima curva. Derrouiche ha avuto la meglio e strappato il comando a Miyazono, ma il pilota giapponese è tornato in testa alla terza curva. Diverse auto hanno sfiorato il muro, facendo letteralmente volare scintille, ma dopo un primo giro senza sorprese le posizioni sono rimaste inalterate, con Miyazono, Derrouiche, Suswillo e Andrew Brooks (Canada) ai primi quattro posti.

All'inizio del secondo giro, Miyazono ha commesso un raro errore, finendo largo alla prima curva e scendendo in terza posizione, sorpassato da Derrouiche e Suswillo. Nel corso del giro successivo, Suswillo è passato al comando ai danni di Derrouiche. Miyazono, superato il francese, si è poi lanciato all'inseguimento di Suswillo per riportarsi in testa alla gara. Nel frattempo, l'italiano Salvatore Maraglino aveva recuperato posizioni arrivando dall'ottava alla quinta, a una sola posizione dalla qualificazione automatica alla finale.

Al quarto giro Miyazono si è riportato in testa sfruttando la scia di Suswillo, mentre Derrouiche e Brooks hanno mantenuto rispettivamente la terza e la quarta posizione. Due giri dopo, Suswillo è stato nuovamente superato, stavolta da Derrouiche, che si è portato in seconda posizione.

Miyazono si è staccato, accumulando oltre due secondi di vantaggio in due giri, mentre alle sue spalle si è scatenata un'intensa battaglia tra i cinque piloti successivi: Suswillo, Derrouiche, Brooks, Maraglino e Coque López (Spagna). Al settimo giro, Derrouiche ha commesso un grave errore finendo largo alla curva 1, permettendo a Brooks di sorpassarlo. Dopo aver perso il giusto ritmo, Derrouiche è poi finito largo alla curva successiva e ceduto la posizione a Suswillo. Nel giro seguente, è stato sorpassato anche da López e ha perso l'importantissima quarta posizione.

Alla fine, Miyazono ha tagliato per primo il traguardo, seguito da Brooks, Suswillo e López, tutti qualificati per la finale. Derrouiche ha invece avuto la possibilità di rifarsi nel round di ripescaggio.

POSIZIONE PILOTA TEMPO
1 Takuma Miyazono Kerokkuma_ej20 19:12.979
2 Andrew Brooks Turismo-Deafsun +02.596
3 Adam Suswillo Williams_Adam41 +03.210
4 Coque López Williams_Coque14 +04.109
5 Rayan Derrouiche RC_Miura +04.768
6 Salvatore Maraglino JIM_Pirata666_ +05.034
7 Giorgio Mangano Williams_Gio +08.103
8 Adam Wilk Adam_2167 +08.156
9 Mark Pinnel Turismo-lester +18.449
10 Manuel Rodríguez TRL_MANURODRY +18.533
11 Patrik Blazsán Williams_Fuvaros +19.214
12 Markus Könönen maatu79 +21.935

Ripescaggio

A differenza di quanto accade di solito, questo ripescaggio (una gara di 10 giri sullo sterrato di Sardegna - Mulini a vento tra auto Gr.B) non ha riservato colpi di scena. I primi quattro piloti hanno conservato la posizione per tutta la gara, con il francese Baptiste Beauvois in testa dalla pole position alla bandiera a scacchi, guidando brillantemente la sua Subaru WRX Rally Car sul tracciato sterrato e poco illuminato. Anche il suo connazionale Rayan Derrouiche ha disputato una gara brillante, tenendo la sua Mitsubishi Lancer Evolution Final lontana da situazioni potenzialmente pericolose e completando la doppietta francese. Kin Long Li di Hong Kong su Nissan GT-R Rally Car e l'italiano Salvatore Maraglino su Honda NSX Rally Car hanno mantenuto saldamente la terza e la quarta posizione, staccando il resto del gruppo di oltre 10 secondi e avanzando in finale.

POSIZIONE PILOTA TEMPO
1 Baptiste Beauvois TRL_TSUTSU 13:08.612
2 Rayan Derrouiche RC_Miura +02.400
3 Kin Long Li KarS_0627 +02.871
4 Salvatore Maraglino JIM_Pirata666_ +03.609
5 Giorgio Mangano Williams_Gio +12.927
6 Nicolás Rubilar FT_NicoR +15.636
7 Ryota Kokubun Akagi_1942mi +19.492
8 Adam Wilk Adam_2167 +19.918
9 Ádám Tápai TRL_ADAM18 +31.164
10 Manuel Rodríguez TRL_MANURODRY +31.830
11 Mark Pinnel Turismo-lester +32.603
12 Fabian Portilla CAR_McQueen +35.797

Finale

In base ai risultati delle gare precedenti, Mikail Hizal (TRL_LIGHTNING) è partito in pole position nella finale di 20 giri su Autodromo Nazionale Monza, con Takuma Miyazono (Kerokkuma_ej20) alle sue spalle. I piloti, su Red Bull X2019 Competition, dovevano utilizzare tutte e tre le mescole di gomme Michelin (morbida, media e dura) e sostare quindi almeno due volte ai box.

Hizal, Miyazono e Cody Nikola Latkovski, nelle prime tre posizioni, sono partiti con gomme morbide, mentre quasi tutti gli altri piloti hanno optato per le dure. Miyazono ha provato a sorpassare Hizal alla prima curva ma è uscito leggermente dal tracciato, permettendo al tedesco di aumentare il vantaggio fino a oltre un secondo a metà del primo giro.

All'inizio del secondo giro quasi tutte le auto con gomme dure hanno sostato ai box e montato le gomme medie, dopo aver compiuto il giro richiesto per ognuna delle tre mescole. Dopo aver montato le gomme medie, più aderenti, Coque López (Williams_Coque14) ha fatto la sua mossa, strappando ad Adriano Carrazza (UDI_Didico15) la quinta posizione sul rettilineo di ritorno. Andrew Brooks (Turismo-Deafsun), anche lui con gomme medie, ha sorpassato brillantemente Salvatore Maraglino (JIM_Pirata666_) dopo aver recuperato dalla dodicesima posizione.

All'ottavo giro, Latkovski è entrato ai box in terza posizione, cambiando le gomme morbide logore con le dure e tornando in pista senza perdere posizioni. Tuttavia, Adam Suswillo (Williams_Adam41), con gomme Michelin morbide, ha colmato il divario e ha attaccato nei giri successivi.

Hizal e Miyazono, in testa alla gara, hanno effettuato la prima sosta al nono giro, passando dalle gomme morbide alle medie. A differenza di Hizal, Miyazono non ha imbarcato carburante ed è tornato in pista al comando dopo una sosta più breve. A metà gara, Miyazono e Hizal conducevano con nove secondi di vantaggio su Latkovski, in terza posizione.

Al 12° giro Latkovski, ancora terzo, ha effettuato una terza sosta ai box passando alle gomme morbide. Pur tornando in pista in sesta posizione, è tornato terzo al 14° giro, quando Brooks e Maraglino sono entrati ai box. Nel frattempo, Miyazono e Hizal avevano accumulato 30 secondi di vantaggio sugli inseguitori, ma con una sezione finale ancora da percorrere con le gomme dure.

Al 15° giro si è verificato l'unico incidente di rilievo della gara, quando Derrouiche e Wong sono entrati in contatto duellando per la quinta posizione. Wong è uscito dal tracciato e Brooks ha perso il controllo della sua Red Bull X2019, che è andata in testacoda escludendolo dalla lotta.

Più avanti, Miyazono ha effettuato l'ultima sosta ai box, montando le gomme dure e facendo rifornimento di carburante. Hizal è invece rimasto in pista per altri due giri, aumentando il vantaggio che gli ha permesso di restare in testa anche dopo la sosta ai box finale, effettuata al 18° giro. Hizal è tornato in pista con sette secondi di vantaggio su Miyazono e ha conquistato la prima vittoria della competizione e la qualificazione alle finali mondiali, il tutto con un alluce fratturato.


POSIZIONE PILOTA TEMPO
1 Mikail Hizal TRL_LIGHTNING 30:58.581
2 Takuma Miyazono Kerokkuma_ej20 +04.732
3 Cody Nikola Latkovski Nik_Makozi +06.845
4 Adam Suswillo Williams_Adam41 +13.430
5 Coque López Williams_Coque14 +13.978
6 Salvatore Maraglino JIM_Pirata666_ +18.788
7 Jonathan Wong CAR_Saika +20.942
8 Baptiste Beauvois TRL_TSUTSU +21.868
9 Adriano Carrazza UDI_Didico15 +24.274
10 Kin Long Li KarS_0627 +29.380
11 Andrew Brooks Turismo-Deafsun +29.939
12 Rayan Derrouiche RC_Miura +33.812

Miyazono, autore di un'altra prestazione brillante che gli è valsa il primo podio, ha comunque ancora la possibilità di qualificarsi per le finali mondiali. L'evento finale della competizione si svolgerà nella sua patria, in Giappone. A completare il podio è stato Latkovski, un contendente di rilievo che ha ottenuto risultati sia nella Nations Cup che nel Manufacturer Series.

"Dopo essere arrivato secondo tante volte vuoi ottenere qualcosa di più. Finalmente, dopo questa vittoria, mi sento soddisfatto e sollevato. Per quanto riguarda l'alluce fratturato, ho sentito un po' di dolore quando ho usato i pedali, ma ho distribuito la pressione sul resto del piede ed è stato sopportabile. Nella finale ho cercato di risparmiare carburante perché il rifornimento gioca un ruolo fondamentale, e la strategia ha dato i suoi frutti", ha dichiarato Hizal dopo la gara. Il tedesco è stato inoltre votato come "Pilota Michelin del giorno" sui canali social di Gran Turismo.

Torna all'elenco